Difesa Owen – Trappola in apertura

//Difesa Owen – Trappola in apertura

Difesa Owen

1. e4 – b6
La Difesa Owen, richiede una buona conoscenza teorica da parte del nero ed un’ottima capacità difensiva, controllare il centro sviluppando gli alfieri in fianchetto senza avanzare pedoni centrali è molto rischioso!

2. d4 – Ab7
Una volta aperto il fianchetto è bene posizionare immediatamente l’alfiere nella casella lasciata libera dal pedone.

3.Ad3 – f5
Questa mossa indebolisce seriamente l’ala di re del nero.

4.exf5 – Axg2
L’alfiere era già stato mosso, non vi sono motivi strategici che giustificano questa mossa, anche tatticamente si rivelerà un errore.

5.Dh5+ – g6 6.fxg6 – Ag7

7.gxh7+ – Rf8 8.Cf3!

Continuando con lo sviluppo!

8. … Cf6

9. Dg6 – Axf3

10. Tg1 – Txh7 11. Dg3 – Ae4

12. Axe4 – Cxe4 13.Df3!

13. … Rg8 14.Dxe4

  1. Valutare il vantaggio materiale
  2. Verificare il vantaggio di sviluppo
  3. Valutare la sicurezza del re
  4. Verificare chi possiede l’iniziativa
  5. Appurare se si è in una posizione di equilibrio dinamico
A1. Alla propria sesta mossa il nero non chiude il fianchetto, ma sviluppa un pezzo attaccando la regina, qual’è la via più incisiva per il bianco?

A2. Il nero avrebbe potuto giocare 9. … Axh1

Riuscite a vedere la via che conduce al matto in 6 mosse per il bianco?
  1. Il bianco è in vantaggio di un pedone.
  2. Il vantaggio di sviluppo è favorevole al bianco, la regina domina la scacchiera, la torre g1 è posizionata su colonna aperta e svolge una inchiodatura assoluta sull'alfiere in g7, quindi l'alfiere in c1 è pronto ad entrare in azione dato che il pedone in b2 non può essere catturato.
  3. Il re bianco è al sicuro, dopo l'arrocco lungo si troverà ancor più a suo agio, mentre il re nero ha perso i propri scudieri, può essere difeso solo dai pezzi a cui in genere è meglio riservare azioni offensive, non si vede un modo chiaro per portare la torre a8 in gioco. Quindi il re nero è costretto a fare l'equilibrista, attaccando in modo incisivo il punto sarà incamerato dal bianco.
     
  4. L'iniziativa è sempre stata saldamente nelle mani del bianco. La spinta del pedone in f5 è una mossa pseudo aggressiva, poichè indebolisce sensibilmente il proprio lato di re. Con una serie di mosse accurate la regina bianca ha creato scompiglio nel lato di re del nero ed ora si ritrova in mezzo alla scacchiera e prende di mira entrambe le torri. Il piano del bianco è semplice: Cc3-Ae3-0-0-0. Il nero può cercare una sorte di controgioco attaccando la regina in e4 e cercando di cambiare i pezzi pesanti, pur in svantaggio di un pedone la sua difesa sarebbe più semplice se potesse giocarsi il finale. Quindi il bianco deve evitare il cambio della regina, la casa g6 e la casa g4 sono ottimi rifugi per continuare a montare la pressione e costringere il nero a decentrare i propri pezzi pur di portarli in gioco.
  5. Non vi è equilibrio dinamico, il nero non ha il minimo compenso per il pedone sacrificato. Se riuscirà a resistere sarà soltanto a causa delle imprecise mosse che giocherà il bianco. Dovrà provare a sostenere la spinta di un pedone in c5, al fine di aprire una breccia sull'arrocco lungo del bianco, ma anche tale strategia sembra solo un palliativo per gettare un pò di fumo sulla scacchiera.

Soluzione A1. 7. gxh7+ Cxh5 8. Ag6#

Soluzione A2. 10. Ah6! – Ce8 conduce ad un matto in 6 mosse

11. Df5+ – Cf6 12. Axg7+ – Rxg7 13.Dg6+ – Rf8 14. Dh6+ – Rf7 15.Cg5+

15. … Re8 16. Ag6#

Piuttosto che difendere l’alfiere in g7 con il cavallo, il nero potrebbe eliminare il fastidioso pedone in h7, rafforzando anche la difesa.

10. … Txh7 11. Cg5 – Rg8 12. Cxh7 con vantaggio decisivo.

Difesa Owen

 

In questa trappola di apertura cadono spesso molti bambini o giocatori esordienti, ideatore della Difesa Owen fu John Owen, un religioso scacchistia inglese che come il primo Campione del Mondo di Scacchi ufficiale, ossia Wilhelm Steinitz, ebbe la fortuna di vivere in due secoli differenti.

2018-02-23T20:33:34+02:00

Contatti

Accademia Scacchistica la Regina Viale Carducci 115 47841 Cattolica RN

Web: Sito Web Ufficiale